I guardiani del Friuli

29.05.2015
I guardiani del Friuli
Friulmacchine è uno storico concessionario Valtra: legato al gruppo dal 2005, ha visto cambiare la percezione del marchio presso gli agricoltori del Nordest. Tanto che, oggi, in molti passano a chiedere un preventivo quando devono cambiare trattore

In dieci anni hanno visto cambiare il mondo Valtra sotto i loro occhi. Oggi che il marchio è cono-sciuto e richiesto, i fratelli Ortis si godono il successo. E un lusinghiero quarto posto nella classi-fica delle vendite friulane.

Questa volta andiamo dunque nel Nordest, presso la concessionaria che ha venduto il primo T4 immatricolato nel nostro paese (si veda il servizio in questo stesso numero). La Friulmacchine è un dealer storico per Valtra, essendovi legata dal 2005. 

“Riflettemmo un anno prima di scegliere a chi unirci. Alla fine optammo per Valtra, convinti dalla qualità delle sue macchine”, spiega il titolare Guido Ortis. 

“Del resto – fa eco il fratello Sandro, responsabile dell’assistenza – nel 1958 nostro zio, che avviò l’azienda, vendeva Bolinger. Quindi in un certo senso siamo tornati a casa”.

Renault per mezzo secolo

In mezzo ci sono 45 anni durante i quali gli Ortis hanno venduto Renault. 

“Fummo il primo concessionario italiano, nonché uno dei più longevi: dal 1960 al 2004”, precisa Guido.

I primi anni con Valtra, aggiunge, furono difficili. “Era un nome poco conosciuto, con trattori molto efficienti ma spartani e non troppo accattivanti nella linea. Inoltre si doveva passare attraverso l’importatore”.

Oggi le cose sono molto cambiate. “Non abbiamo mai preteso di fare grandi numeri, ma ci soddisfa veder entrare in concessionaria, per un preventivo, anche agricoltori che non hanno Valtra. Con i nuovi T, che hanno un’estetica finalmente al passo coi tempi, faremo ancora meglio. Agco ha investito molto sul marchio e penso che ben presto se ne vedranno gli effetti”. 

 


« Torna alla vista panoramica