Il Demo tour fa centro

05.11.2015
Il Demo tour fa centro
Montichiari, 11 luglio: 1.500 persone si radunano presso la sede di Agricam per la prima tappa italiana del Valtra Demo tour, manifestazione itinerante partita a febbraio dalla Gran Bretagna. Sono venute ad ammirare i nuovi modelli della gamma, a cominciare dall’applauditissimo T4. Ne esce una giornata da ricordare e che sarà replicata tra due anni.

Se fosse stata una scommessa, Matteo Tarabini oggi sarebbe un uomo ricco. Perché portare qualche centinaio di persone a Montichiari, in una caldissima giornata di luglio, a vedere la nuova gamma Valtra non è cosa impossibile. Ma radunarne 1.500, certificate dal numero di pasti distribuiti e per un appuntamento mai realizzato in precedenza, è un risultato che – parole del direttore di Valtra Italia – “Va oltre ogni aspettativa”. Eppure, tanti erano, a Montichiari, l’11 luglio 2015, in occasione della prima tappa italiana del Valtra Demo Tour, la manifestazione itinerante che Valtra organizza ogni anno in giro per l’Europa. E che a questo punto – ed è notizia d’attualità – tornerà in Italia. “Tornerà, certamente. Non il prossimo anno – sono sempre parole di Tarabini – ma nel 2017, quando non avremo la vetrina di Eima per esporre le novità della nostra gamma di trattori”.

Il Tour di Valtra farà ancora tappa nel nostro paese, dunque, ed è questa la miglior certificazione del successo ottenuto. “In effetti sì, perché questa iniziativa tocca solitamente i paesi di maggior interesse per Valtra. Ottenere una seconda visita dimostra che l’Italia ha ormai raggiunto un livello tale da essere considerata una risorsa per il marchio”.

Due campi e una radio

Base d’appoggio per la tappa italiana è stata la Agricam di Montichiari, uno degli ultimi concessionari entrati nella galassia Valtra ma già pienamente integrata nel gruppo. Presso la sua sede sono stati allestiti, oltre ai servizi generali e al palco da cui Tarabini e colleghi hanno presentato la gamma Valtra, anche due campi prova, uno per la lavorazione del terreno, uno per la fienagione. In questo modo è stato possibile avere al lavoro l’intera gamma, con un dispiegamento di forze mai visto nel nostro paese: ben 16 trattori, tra cui 8 serie T, presente nelle versioni Direct, Versu ma anche Active, un allestimento base di quest’ultimo, dedicato a chi vuole un trattore efficiente e performante ma non ha bisogno, per esempio, dei distributori elettroidraulici o simili.

Ad accompagnare le macchine, l’intero staff di Valtra Italia ma anche un collegamento diretto e continuo con radio STUDIO +, che per tutta la giornata ha trasmesso ciò che accadeva a Montichiari.

Al termine della manifestazione, c’è quindi spazio soltanto per la soddisfazione e l’orgoglio di essere riusciti a realizzare qualcosa di mai tentato prima. “Nonostante il numero di persone, è andato tutto nel migliore dei modi, dalla presentazione alla visita sui campi, fino al pranzo. Non potremmo essere più contenti di così”.



« Torna alla vista panoramica