Software, l’anima del trattore

25.11.2016
TECH Elettronica
Di anno in anno il software assume un ruolo sempre più importante, anche quando si parla di trattori. Ormai è impossibile contare il numero delle linee di codice, dal momento che una singola valvola idraulica di un fornitore esterno può contenerne quante un trattore HiTech di prima generazione. Un software avanzato consente anche la modifica delle funzioni di un trattore successivamente alla sua produzione. 
Lo sviluppo del software, come tutte le altre attività di ingegnerizzazione di un trattore, inizia dal cliente.

“Le esigenze dei clienti sono infinite, per questo la struttura che gestisce il prodotto ha il compito di stabilire delle priorità. Queste priorità sono quindi utilizzate per creare progetti per il nostro sistema di sviluppo software, in cui le richieste sono suddivise in elementi tecnici più piccoli, in modo da dividere il lavoro. Lo sviluppo corrisponde a due fasi di tre settimane, con una verifica funzionale dopo tre settimane e una validazione finale dopo sei settimane. Il team di validazione verifica che il nuovo soft­ware soddisfi le richieste della clientela. Via l’elenco dei progetti da sviluppare si riduce, ma nuovi progetti vengono costantemente ad aggiungersi,” racconta Pekka Huuskonen, responsabile per lo sviluppo software.

Il nuovo software è rilasciato allo stabilimento e ai team di assistenza, che possono distribuirlo per l’applicazione su tutti i trattori che utilizzano lo strumento di diagnosi elettronica EDT. I tecnici di assistenza Valtra in tutto il mondo utilizzano l’EDT per aggiornare il software dei trattori alla versione più recente in occasione degli interventi di assistenza. Questo è uno dei principali vantaggi del rivolgersi a un concessionario autoriz­zato Valtra per gli interventi di assistenza sul proprio trattore.

Codice C, codice QT o UML

Di norma, gli sviluppatori software programmano direttamente in codice C. Per le interfacce utente viene quindi scritto il codice QT. L’attività comprende anche l’impiego di User Experience (UX) e Graphic User Interface (GUI). Ai nostri giorni, molti codici sono prodotti con la modellazione, che sfrutta il linguaggio Unified Modelling Language (UML) o il codice Simulink. 

“Il comando di una frizione multidisco o della ventola del motore, per esempio, è un’operazione difficile da descrive in termini matematici, per non parlare del codice. È più facile dimostrarlo simulando il funzionamento desiderato e quindi sfruttare il soft­ware di modellazione per la creazione del relativo codice. Il software defini­tivo è in genere una combinazione di codici scritti manualmente e codici di modellazione,” spiega Pekka. 

La sfida che pongono i trattori, rispetto per esempio ai computer o alle vetture, è che le condizioni e le modalità di utilizzo variano enormemente.

“Il controllo antipattinamento, o ASR, è relativamente semplice in termini di codice: se uno pneumatico slitta troppo, il sistema limita la potenza del motore. Tuttavia inventare questa funzione, individuare i limiti e svolgere tutto il lavoro di supporto ha richiesto una ricerca a livello di tesi di dottorato,” afferma Aleksi Vesala, uno specialista degli algoritmi delle trasmissioni automatizzate. 

Il sistema ASR è anche un buon esempio di come il software possa essere utilizzato per integrare nuove funzioni nei trattori esistenti. Il sistema può infatti essere implementato tramite un semplice aggiornamento software, a condizione che il trattore Serie T4 sia già dotato del sensore necessario. In futuro, il numero di nuove funzioni che potranno essere integrate in questo modo sarà senza alcun dubbio sempre maggiore.

Le considerazioni di sicurezza pongono specificatamente una serie di sfide per gli sviluppatori software. Un occasionale guasto o un blocco temporaneo del software di un televisore o di un cellulare non implica un gran rischio. Un trattore, invece, deve reagire istantaneamente a tutti i sistemi di controllo e ai comandi, indipendentemente dall’attrezzo usato, dalle condizioni di guida o dal modo in cui l’operatore sta guidando. L’affidabilità di un software critico di un trattore ha un livello di importanza completamente diverso da quello dell’elettronica di consumo.



« Torna alla vista panoramica