Assieme a Kesla, è una combinazione perfetta per i lavori forestali

15.11.2016
Assieme a Kesla, è una combinazione perfetta per i lavori forestali
Valtra e Kesla sono un’accoppiata vincente nelle foreste. Naturalmente i clienti utilizzano da anni questo abbinamento, ma oggi le due aziende fanno squadra anche nello sviluppo dei prodotti e nella rete di vendita. In Finlandia, per esempio, e anche in alcuni altri mercati, i prodotti Valtra e Kesla possono essere acquistati presso lo stesso concessionario. L’Unlimited Studio dello stabilimento Valtra di Suolahti si è inoltre specializzato nell’installazione di attrezzature forestali Kesla.
Gli imprenditori del settore forestale Kyösti Tiainen e Heikki Pulkkinen di Savonlinna, in Finlandia, utilizzano già da decenni i trattori Valtra con le attrezzature forestali Kesla per la raccolta del legname nelle foreste. Pare che non abbiano mai nemmeno considerato altre combinazione di trattori, caricatori o rimorchi. Il solo concorrente valido sarebbe una macchina forestale specializzata, ma i trattori sono sempre la prima scelta per costi d’acquisto, costi operativi e versatilità.

“Utilizzo un trattore Valtra M120, un rimorchio MD12 Kesla e un caricatore Foresteri 400 dal 2004, per un totale di 21.000 ore di lavoro, ovvero circa duemila ore all’anno. In una sola giornata posso raccogliere da 70 a 80 metri cubi di legno di primo taglio, 100 metri cubi di secondo taglio e 250 metri cubi di taglio finale. Naturalmente, le quantità variano in base alle distanze e al terreno, ma questi sono quantitativi medi corretti. Nemmeno una macchina forestale di grandi dimensioni avrebbe una resa tanto più elevata”, sostiene Kyösti.

Kyösti e Heikki trasportano moltissimi materiali diversi: pasta di legno, legname pesante per segheria, tronchi corti e lunghi e basi di tronchi di diametri diversi. Hanno addirittura trasportato alberi con portamento colonnare della lunghezza di 20 metri, per i quali Kyösti possiede un attacco speciale per il suo rimorchio.

“Il trasporto di alberi può rappresentare un’autentica sfida a causa delle dimensioni. Ma non ci è mai capitato di dover abbandonare il legname nella foresta perché non eravamo in grado di trasportarlo”, afferma Kyösti.

Entrambi i trattori Valtra sono equipaggiati con un sistema di guida retroversa, parafanghi e pneumatici forestali. Inoltre utilizzano di norma delle catene per gli pneumatici, tranne che in condizioni di lavoro agevoli, durante la stagione estiva. Il trattore di Kyösti traina un caricatore con un kit di montaggio Jake mentre il caricatore di Heikki è montato sul telaio del rimorchio. Kyösti utilizza una pompa frontale per aumentare la potenza idraulica, mentre Heikki dispone di un sistema idraulico ausiliario sul rimorchio.

“È una questione di preferenza, in realtà. Se ogni tanto capita di dover trasportare della terra o movimentare del foraggio, è preferibile avere il caricatore attaccato al trattore. Tutti i movimenti idraulici possono essere preimpostati utilizzando il sistema di controllo elettronico Iqan” spiega Heikki.

Dall’agricoltura alla silvicoltura

Sia Kyösti che Heikki sono cresciuti in aziende agricole e si sono dedicati all’agricoltura fin dalla giovinezza. A causa degli ingenti investimenti che avrebbe richiesto l’allevamento di bovini da latte negli anni Ottanta, i due hanno deciso di dedicarsi alla silvicoltura. 

“Nel 1988 ci siamo sbarazzati degli animali e abbiamo iniziato ad acquistare foreste invece di campi. All’inizio, svolgevo molto lavoro manualmente, ma oggi trasporto prevalentemente legname con il trattore. Lavoro circa sei mesi nelle foreste di mia proprietà e per il resto del tempo in conto di terzi. Nelle mie foreste, circa la metà del lavoro consiste nel trasporto del legno. Il resto è costituito dal lavoro manuale, come piantare alberi ed eliminare i germogli,” spiega Heikki. 

Le attrezzature di Heikki comprendono attualmente un trattore Valtra N123, un rimorchio Kesla MDH da 12 tonnellate ed un caricatore 316T con un raggio d’azione di 8,8 metri. Questa combinazione è utilizzata per circa mille ore all’anno. Heikki ha anche lavorato con un trattore Valtra 6850 e molti modelli Kesla del passato.

“Il mio Valtra consuma appena 4,5 litri di carburante all’ora, la metà di quanto consumerebbe una macchina forestale. Nella guida su strada, il trattore utilizzerebbe una maggior quantità di gasolio ma per le lunghe distanze ci serviamo di solito dell’autocarro di un altro imprenditore. Il nostro consumo di AdBlue è molto basso quando lavoriamo nella foresta: dopo 450 ore di funzionamento abbiamo ancora il 20 per cento del contenuto del serbatoio AdBlue,” aggiunge Heikki.

Savonlinna è il cuore della Finlandia lacustre, dove la superficie dell’acqua è pari a quella della terra per centinaia di chilometri quadrati. Operare sulle isole è una delle esperienze uniche che offre il lavoro in questa bellissima regione.

“Alcune isole sono collegate da ponti, mentre quelle maggiori possono contare su un servizio di traghetto a fune. Se non esiste altra via per arrivare su un’isola, ci andiamo semplicemente guidando attraverso il ghiaccio, nel periodo invernale, oppure utilizzando un traghetto d’estate”, racconta Kyösti.

Entrambi considerano il sistema di guida retroversa indispensabile per il lavoro forestale. I caricatori possono essere comandati per mezzo di un joystick montato sui braccioli predisposti.

“Non so nemmeno se saprei guidare il mio Valtra in marcia avanti! Nella foresta utilizzo sempre la retromarcia. Le ruote del rimorchio, anch’esse sterzanti, e la trasmissione idraulica, mi permettono di andare ovunque desideri,” spiega Heikki.



« Torna alla vista panoramica